martedì 8 giugno 2010

Madruzza? Chi è costui?!

L’ultimo numero di MenteLocale ha passato ogni limite! Nonostante sia trascorso ormai un anno esatto dalla scelta definitiva dei Mafaldesi, che hanno detto no alla centrale a biomasse, i ragazzi democratici sono ancora là a parlarci del Progetto Mafalda. Prescindendo da ogni altra considerazione, ci colpisce un articolo, intitolato “La vittoria di Pirro”. Un articolo strumentale e offensivo. Un articolo che dipinge i Mafaldesi (anzi, una parte, quella che è contro la centrale) come popolo inerme e incapace di giudizio, che si lascia abbindolare, sfruttare e distruggere da pochi notabili e qualche mercenario. E poi ci sono loro, i Romani, cioè la Civiltà, il Progresso ed il Sommo Bene, incarnati nel progetto Mafalda.

Non ci stiamo ad essere offesi in questo modo!!!

Se c’è stato qualcuno che, evocato come salvatore della patria, condottiero di truppe mercenarie (alcune neppure del territorio...) che arruola la popolazione con una incredibile serie di favole, di barzellette, chiamando il popolo all'ultima crociata, quello non stava certo dalla nostra parte! Pirro, nel caso di Mafalda, è costituito da un ridottissimo numero di soggetti curiosamente coinvolti con interessi personali, alcuni di carriera politica altri di interessi economici: signor autore dell’articolo, lei è così sicuro di conoscere bene il nostro paese? Non è che sta parlando di altri personaggi, quegli stessi che invece promuovevano il Progetto e che per fortuna abbiamo allontanato dalla nostra vita politica?

Se c’è qualcosa di immorale e non etico in questa vicenda, quello è il comportamento di chi ha cercato di agire contro la volontà di tanta gente, di chi si è sottratto ripetutamente al confronto, di chi continua a fregarsene degli altri pur di arrivare ai propri scopi, di chi denigra le sentenze dei giudici, di chi si presenta come il portatore della verità assoluta ma che poi dice solo quella mezza verità che gli fa comodo, di chi continua ad offendere l’ intelligenza di tante persone...

Ma lei, signor Madruzza, chi è? A Mafalda ci è mai stato? Da dove le viene questa grande conoscenza della nostra realtà? Rifletta su quello che ci dice presentando la sua società:
Fare sistema significa lavorare insieme per progetti reali di lavoro e di sviluppo; creare nuovo valore.
Lavorare insieme significa che tutti devono essere coinvolti in questioni di vitale importanza, significa che noi cittadini abbiamo il diritto di dire la nostra su una policy che ci riguarda, specie se tale policy va a cambiare i connotati del paese. Progetti reali di lavoro e di sviluppo: quindi non stiamo parlando del Progetto Mafalda! Non crederà che basti la sua filippica a farci cambiare idea? Ma soprattutto, come si permette, lei che non ci conosce, ad insultare noi e le nostre istituzioni?

E voi, amici di MenteLocale, in che modo intendete creare nuovo valore, valore non solo economico, ma anche sociale, se non avete valori? Cosa vi resta? Le menzogne, quelle sì, rimangono...

89 commenti:

  1. sulla stessa linea leggi
    http://progettomafalda.splinder.com/tag/vittoria+di+pirro

    RispondiElimina
  2. Giovani elettori di sinistra, venite fuori: sono d'accordo con chi dice che è facile nascondersi dietro l'anonimato per criticare tutto e tutti...

    RispondiElimina
  3. lu uastarol e il panoramic9 giugno 2010 09:46

    ma chi è cussù???

    RispondiElimina
  4. MemteLocale terzo numero ... alcuni punti interrogativi rilevanti

    - Ottavio Perna menzionato nella lista dei “redattori”, qualcuno ha letto un suo articolo in questo numero? Forse per mancanza di spazio! Lo leggeremo nel prossimo?

    - Il Prof. Mario Luigi Rainone; l'oramai classica intervista della redazione ad un esperto a favore del Progetto Mafalda. Per i distratti ricordasi che lo stabilimento proposto dalla Dafin consiste in uno stoccaggio di sotto prodotti risultanti dalla distillazione di vinacce, conseguentemente trattati per renderli idonei ad essere utilizzati come combustibile per produrre vapore e far girare le turbine generatrice di corrente elettrica. Potenza termica 50 Mw, potenza elettrica risultante 12 Mw, rendimento 24 percento. Si consuma 4 per ottenere 1. Moralità: i 3 quarti partono in fumo. Il bravo professore Mario Luigi Rainone, Funzionario Tecnico (Qualifica funz. D2) presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università “G. d’Annunzio” di Chieti in qualità di Ricercatore confermato nel 2000 e dal 2007 ricopre la carica di Direttore del Ce.R.S.-GEO (Centro di Ricerche e Studi per le Geotecnologie); specializzato in ricerche sui rischi sismici e geotermia. La direttrice Chiara Valentini ci spiegherà nel prossimo numero il nesso tra geotermia e vinacce?

    - Il Dott. “Così Dicasi” è soddisfatto della risposta del direttore di MenteLocale? Chiara Valentini gli darà il diritto di replica nel prossimo numero? Oppure il filtro è sempre a senso unico?

    - Marzio Madruzza appassionato di storia merita il suo posto nel panteon di coloro che avrebbero fatto bene a stare zitti e Chiara Valentini, direttore di MenteLocale, merita una statua per il servilismo alla causa del Progetto Mafalda. Avete notato che, come alla conferenza stampa di Termoli, non sono gli a.d. ad esprimersi ma i loro padri. A termoli parla Nicola D'Auria per conto di Francesco; Marzio Madruzza parla per conto di Alessandro. Sono forse questi INFANTEM, per non avere ancora l'uso della parola?

    - MenteLocale che si vuole reputare come organo di informazione, avrebbe dovuto pubblicare la sentenza del tar molise per dare al lettore una informazione oggettiva. Ma come scrive la direttrice Chiara Valentini, ha “l'impeto forse più da persona che vive con passione le sue idee che da vera giornalista”. A questo proposito, in quale albo è iscritta la giornalista Chiara Valentini?

    - Chiara Valentini, Fiorenzo Colagioia, Paolo Di Iulio, Roberto Mastrangelo, Serena Montano, Virginia Montano, Barbara Palmisciano, Luca Palmisciano, Ottavio Perna. Nella lista dei redattori ne manca uno. Wikipedia. Sarà l'errore coretto nel prossimo numero? Oppure si continuerà a plagiare?

    - Giovanni Paolo II... a quando una citazione di sinistra? Oppure le opere di Gramsci non fanno parte del vostro breviario?


    ps Chiara Valentini domanda con voce ingenua al geologo Prof. Mario Luigi Rainone “ML: Le centrali a biomasse non producono solo energia ma producono anche vapore. Si possono trarre ulteriori vantaggi dal vapore prodotto? Per cosa può essere utilizzato questo vapore?”. La direttrice ha dimenticato di completare la domanda e chiedere, non solo delle serre, ma anche dei porcili menzionati nel Progetto Mafalda. (vedi documento della UCAB-Consulting Caracas Venezuela)

    ps Domanda “ML: Cosa ne pensa della possibilità di utilizzare le ceneri delle centrali a biomasse nelle colture? Crede sia possibile?”. Certo un geologo che studia i terremoti è la persona più adatta a rispondere a questo tipo di domanda...

    RispondiElimina
  5. Parlando di critica e anonimato. Qualcuno ricorda un/una tale BELFAGOR la cui saga narrata a puntate nei commenti ricevette il plauso dei GM tale da meritarsi l'onore di un post intitolato IL "VALENTINISMO" SECONDO BELFAGOR (gennaio 2009). Chi non ha peccato butti la prima pietra, recita il Vangelo. Meditate fratelli.

    Ci fu anche un altro tale FUORI DAI CORI che i suoi ex allievi tradirono il nome. Poi chi rivelerà l'anagrafe del PESCARESE o dell'ANONIMO 17, specie di 007 agente molto speciale, detersivo caustico del pensiero anti-centrale.

    C'era un tempo in cui l'anonimato contava meno del contenuto della riflessione. BELFAGOR malgrado innumerevoli tentativi di svelamento, non fu mai bandito con l'accusa di celarsi sotto una maschera. Al contrario, fu difeso dai GM. Da qui a dedurre che era di casa, a qualcuno il pensiero avrà attraversato la mente.
    Erano altri tempi. Colui che oggi è sindaco di Mafalda, non aveva allora sussulti d'animo garantista per rispondere ad anonimi. Prese carta e penna e scrisse una bella letterina pubblicata su questo blog - Egidio Riccioni risponde - in gennaio 2009.

    Di tutti, uno solo si salva. Il buon Guglielmo. Che con o senza nome, ci mette sempre la faccia. Guillermo, usted es el mejor !

    Smettiamola di fare gli ipocriti e i strumentalizzatori maldestri. Faccia o non faccia, se sai leggere e hai una discreta intelligenza sai anche distinguere tra verità e favola. A meno che non ti piaccia capire quello che capisci.

    Che la faccia piaccia solo quando non si è messi in causa, un riflesso infantile che bisognerebbe superare. La critica è costruttiva se aiuta a raddrizzare la linea di condotta di chi si è impegnato con dichiarazioni e promesse pubbliche per ottenere la fiducia del voto e una volta istallato nella poltrona si dimentica le proprie parole, o chi malgrado l'evidenza continua a tirare dritto come un mulo testardo sordo e cieco, continua a ragliare.

    La critica è negativa quando tende a distruggere senza offrire nessuna via d'uscita. Si vuole ridurre l'altro ad una nullità con l'unico scopo di annientarlo. In questo caso non si cerca di comunicare con lui, lo si evita. Non gli si manda messaggi o lettere e non si aspettano risposte. Si agisce in silenzio e nell'ombra, discretamente. E non scrivendo sulla rete, che è il luogo più pubblico che ci sia. Poi se chi è interpellato fa finta di niente e tira dritto per conto proprio, anche questa è una risposta che tutti sono in grado di valutare.

    Che differenza fa se la stessa cosa lo dice Tizio o Caio? Se lo dice Tizio, è giusta. Se lo dice Caio, è sbagliata. Ma siamo veramente a questo livello d'infantilismo primario?

    RispondiElimina
  6. Posso condividere le tue ultime riflessioni, anonimo, ma una precisazione mi pare d'obbligo. Ti ricordo che io ed un altro Giovane Mafaldese siamo stati i primi ad ammettere di aver sbagliato, come gruppo, a smascherare "fuori dai cori" (col quale, tra l'altro, in seguito ho avuto alcune divergenze), come a pubblicare le riflessioni di Belfagor in un post; noi (io e l'altro) non abbiamo mai applaudito il fantasma, anzi, abbiamo dissentito dalle sue idee praticamente ogni volta che abbiamo dialogato con lui.

    RispondiElimina
  7. Io sono ancora presente! Molte volte sono stato duro e eccessivamente ironico, specialmente con i sostenitori della centrale, è vero, ma ho sempre espresso le mie idee cercando il confronto, persino con interlocutori della peggior specie, tipo anonimo 17...

    RispondiElimina
  8. A evocare il fantasma Belfagor c'è il rischio che ritorni quello/a lì e, diciamocelo francamente, non farebbe piacere a nessuno. D'altronde quando interveniva era osservato con circospezione perfino da quelli cui andava a favore, Riccioni e GM compresi.

    Seguivo il blog quando interveniva e notai che l'avversione nei suoi confronti si accresceva man mano che si accresceva la consapevolezza che era difficile smascherarlo.
    Questo, se volete, è stato il suo unico errore o il suo capolavoro, secondo i punti di vista.
    A me piaceva.

    RispondiElimina
  9. L'articolo 1, comma 3 della legge regionale 7 agosto 2009 n. 22 (Nuova disciplina degli insediamenti degli impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili nel
    territorio della Regione Molise) recitava così:
    Fermo restando quanto previsto all'articolo 12, comma 5, del decreto legislativo n. 387/2003, e successive modificazioni ed
    integrazioni, gli impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili con capacità di generazione non superiore a 1
    Mw elettrico sono autorizzati dai Comuni competenti per territorio secondo le procedure semplificate stabilite dalle "linee guida"
    regionali.
    Questo è l'articolo oggetto dell'annullamento da parte della Corte Costituzionale.

    Non mi pare che abbia a che fare con la centrale che volevano fare a Mafalda.

    RispondiElimina
  10. A proposito della sentenza, si esprime così il consigliere regionale e vice segretario del PD Molise, Petraroia:
    "Valuto positivamente la sentenza della Corte perché erano in corso richieste di costruzione di numerose Centrali a Biomassa presso i nostri comuni col rischio che una volta realizzati questi inceneritori non sarebbero stati alimentati solo con legno, sterpaglie o residui vegetali, perché notoriamente tali carburanti naturali in Molise sono presenti in misura minimale.
    Sollecito una rapida verifica dell’Assessorato all’Ambiente, dell’ARPA, dell’ASREM e nel caso ne sussistano i presupposti anche del Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri per accertare e annullare tutte le autorizzazioni eventualmente rilasciate dai Comuni su Centrali a Biomasse di potenza fino a 1 MW nel proprio territorio.
    Chiedo inoltre al Governo Regionale, stante l’obbligo di rivisitare la legge 22 del 7.08.2009 sulle fonti rinnovabili, di riaprire il confronto in sede istituzionale col partenariato socio-economico, gli enti locali e le associazioni ambientaliste, per apportare i correttivi chiesti dalla Corte Costituzionale e rendere più rigorosa la normativa in vigore. (...)
    Le Centrali a Biomasse o a Oli Vegetali vanno istruite con cautela onde evitare il proliferare di inceneritori su cui si avrebbero oggettive difficoltà a controllare le emissioni in atmosfera come mostrano gli esempi del Termovalorizzatore di Pozzilli o dell’impianto di smaltimento dei rifiuti speciali sanitari del Cardarelli."

    Non voglio entrare nel merito di questioni interne al PD, ma voglio far notare quanto queste parole siano stridenti rispetto alla linea di difesa ad oltranza del Progetto Mafalda e della centrale a biomasse operata dal circolo del PD di Mafalda. Petraroia conosce bene i giovani collaboratori di MenteLocale (a cui ha inviato anche una lettera per complimentarsi dello stesso giornale), ma evidentemente non lo ha mai letto...

    RispondiElimina
  11. Il Signor Madruzza non deve permettersi proprio più di scrivere qualcosa su Mafalda, perchè non è un cittadino mafaldese e non sa niente di Mafalda.Sicuramente parla perchè ha investito su questo paese, ma ha sbagliato a scegliere la persona per guidare questo investimento (Signor Valentini)quindi se rivuole i soldi sa dove chiedere spiegazioni. dimenticavo.....Chiara Valentini prima di scrivere chiedi bene a papà come stanno veramente i fatti e pretendi da lui la verità.

    RispondiElimina
  12. mi sa proprio tanto che BELFAGOR o il FUORI DAI CORI siano tornati... sono già tra noi... cominciate a tremare!

    RispondiElimina
  13. Madruzza parla di truppe mercenarie arrivate a Mafalda...ma lui non è uno di questi?! Che ipocrisia!
    Ma ci faccia il piacere...

    RispondiElimina
  14. E' da molto che non entravo nel blog e l'ho sto facendo oggi dopo aver letto gli ultimi numeri di Mentelocale e Informafalda. Di quest'ultimo non voglio commentare assolutamente nulla, perchè nessun articolo ha mosso particolarmente la mia curiosità. Mentelocale invece sì, in modo del tutto negativo! Vorrei solo dire una cosa a quelli che si prestano a scrivere su questo giornale e si dicono ancora APPARTENENTI AL GRANDE PARTITO DEMOCRATICO: ABBANDONATE IL VOSTRO MODUS OPERANDI CHE SI TROVA LONTANO ANNI LUCE DA QUELLO DI COLORO CHE SONO VERAMENTE DI SINISTRA! SMETTETELA DI PRENDERE IN GIRO VOI STESSI E SOPRATUTTO NOI!E NON FATECI PIU' INCAZZARE!
    Berlinguer il Vero

    RispondiElimina
  15. MA SE SIETE SEMPRE VOI GM che vi fate le domande e le risposte, (Belfagor, il pescarese ,,,,, )per dire le bugie sul blog. Quando trovate di quei pochissimi che leggono sto blog, (come me) e non la pensa come Voi, riescono i fantasmi. PROFETI ED AMBIENTALISTI FALSI DI MAFALDA, DIGITATE IL SITO DELL WWF E CHIEDETE DELLE BIOMASSE. Farete una pessima figura con i Mafaldesi. Spero che nel prossimo numero di mentelocale vengano inseriti i concetti veri delle biomasse, che solo per pochi giocolieri di Mafalda non va bene.

    RispondiElimina
  16. Non hai capito assolutamente niente: non basta che sia il WWF, il protocollo di Kyoto o l' UE a dire che le biomasse sono una fonte di energia rinnovabile per fare della centrale che si voleva costruire a Mafalda qualcosa di sostenibile dal punto di vista ambientale. Girate sempre intorno alla questione, ma sembrate non capire mai il punto. Per me sul prossimo numero di MenteLocale potrebbe esserci anche un' intervista ad Obama (che sicuramente, nell' intervista, si pronuncerebbe a favore del Progetto Mafalda), ma la mia idea resterebbe la stessa! Capito?

    RispondiElimina
  17. Io invece spero che nel prossimo numero di mentelocale vengano inseriti SPECIALMENTE!!! I DATI SU I TIPI E QUANTITà DI INQUINANTI CHE PRODURRà E I SUOI EFFETTI SULLA SALUTE E SUL'AMBIENTE.
    'QUESTO E TUTELARE L'AMBIENTE E CURARE I CITTADINI'
    METTETE LA FACCIA!!!

    RispondiElimina
  18. E la sentenza del Tar? Perché quella non ce l'hanno messa?

    RispondiElimina
  19. tU NON CONTI NIENTE, MA LE BUGIE CHE DICI ALLA GENTE SI. Mica devi essere per forza favorevole, ma devi dire la verità, perchè tutto il sistema ambiente dicono che le biomasse sono una risorsa, tu no. Non è che ti perdi uno stipendio per dire no ?

    RispondiElimina
  20. Ma ti riferisci a me?

    RispondiElimina
  21. x 10 giugno 2010 20.09

    La verità è dire che questa centrale a biomasse di 49,999999999999999999 mw produrrà un sacco di inquinanti, allora di che risorse parliate? DI QUELLE CHE CI FARETE RESPIRARE? SEI CAPACE DI RICONOSCERE QUESTA SEMPLICE REALTà? RICONOSCIUTA ANCHE DA TANTI DI VOI?
    NO, NON SEI CAPACE, ALLORA SIETE VOI A DIRE LE BUGIE!!!
    DOVETE CAPIRE PERCHE LA GENTE VI HA CACCIATO VIA DEL GOVERNO, MI SONO SPIEGATO BENE?

    RispondiElimina
  22. la centrale di 49,99999 è uguale alle altri centrali che sono in funzione in Italia ed in Europa, e che sono favorite dalle associazioni ambientaliste, NON POLITICIZZATE COME TE. Alessandro non era riferito a Te, almeno Te ti tinformi sulle caretteristiche dell'impianto e stai approfondendo le caratteristiche, anche con la tua contrarietà. Ma ci sono persone che dicono di no, ma non sanno nemmeno di cosa stanno parlando. Forse hanno delle promesse, ci sono dei motivi politici contro Mafalda, non riesco a comprendere la loro netta contrarietà, contro tutti e tutti. Devono riflettere che hanno vinto le elezioni in un contesto che il centro destra ha stravinto in Itlia. Ma la realtà di Mafalda è un'altra, fra non tanto tempo, bisogna dare delle risposte agli elettori anche sul lavoro e sullo sviluppo. Basta la contrapposizione sulla centrale si o no, lo deciderà il consiglio di stato. Io sono di quelli che crede nelle energie rinnovabili comprese le biomasse, perchè non credo che il resto del mondo siano fuori di testa, compreso le associazioni ambientaliste. Quelli che dicono di NO devono spiegare il motivo vero del no a Mafalda, ma non venire a dire di no pechè lo aveva proposto Valentini. E' UN GRAVISSIMO ERRORE PER MAFALDA.

    RispondiElimina
  23. il motivo vero è che questo impianto produrrà un saco di inquinanti e NESSUNO neanche come ANONIMI SARANNO CAPACI DI RICONOSCERE QUESTA REALTà, VA BENE, IL CONSIGLIO DI STATO DIRà NO, E COME DICI TUTTE LE PERSONE CHE HANNO DETTO 'SI' DOVRANNO FINALMENTE INFORMARSI DEL PERCHE DELLA BOCCIATURA, VISTO CHE ANCORA ADESSO NON LO FANNO, SICURAMENTE QUESTE PERSONE SI!!! HANNO DELLE PROMESSE.

    RispondiElimina
  24. Purtroppo sei il solito frustrato della vita. Io non so cosa dirà il consiglio di stato, so solo che il tar non ha parlato di ambiente. Il motivo è politico, e tu sei una pedina che non sa quello che dice. Come fai ad essere contrario alle energie rinnovabili come le biomasse agricole contro tutto e tutti che dicono che sono fonti pulite. La politica ti ha fato alla testa ? cosa c'è sotto ? non sei creedibile.

    RispondiElimina
  25. ALMENO IO NON OFFENDO, DOVEVI IMPARARE UN PO DI EDUCAZIONE, TU SEI MAFALDESE? NON MI SEMBRA.

    RispondiElimina
  26. il blog serve a sviscerare tutto ciò che non si dice quando ci si vede in giro, altrimenti si può chiudere. Poi su quello che scriviamo, qualcuno se ci riflettesse sopra sarebbe una cosa grande. Ma bisogna confrontarsi come si fa con Alessandro, non con gli anonimi come te che dicono delle bugie enormi, che strumentalizzano il problema e creano solo lo scontro. Come si fa a non deleggitimmare una persona come te, prova a ragionare sulla questione allora vedrai che non sarai offeso.

    RispondiElimina
  27. scusa, anonimo qua su, ma non sei anche tu un anonimo che nn mette la faccia di culo su questo blog? e come mai attacchi gli altri anonimi?????

    RispondiElimina
  28. Ragazzi, moderate i termini!

    RispondiElimina
  29. Si metto la faccia MI OFFENDONO, anche se non la metto sucede lo stesso, e IN GIRO NESSUNO è CAPACE DI DIRMI NIENTE, ALLORA NON RIESCO A CAPIRTI, CONTINUAMO A GIOCARE AL NASCONDINO?
    RIPETTO CI SONO ALTERNATIVE PRIMA DI 'CONTINUARE A BRUCCIARE', VOI INVECE SCEGLIETE IL PEGGIO, QUESTA SEMPLICE REALTà NO LA VOLETE CAPIRE O NON VI CONVIENE CAPIRE?

    RispondiElimina
  30. Caro Mastrangelo," Fuori dai cori" non si è mai nascosto per non essere svelato, ma ha usato più di un nick con cui ha espresso con coerenza quello che è stato sempre il suo pensiero, che era ben conosiuto da tutti e che ha continuato a manifestare in tutte le occasioni,sia in ordine alla "biomasse" che al suo modo di intendere la politica mafaldese.
    Tu, con la curiosità infantile, ti preoccupavi di conoscere il suo nome vero, tant'è che hai esultato quando lo hai scoperto,senza renderti conto che volutamente, e non per distrazione come pensi tu, ha scritto il suo indirizzo di e-mail, contrariamente a Belfagor, al quale va ugualmente il mio rispetto,che ha agito sempre con circospezione per non farsi ricnoscere. Io penso che quel che conta è la bontà delle idee che una persona esprime,ma tu, anche se giovane, hai subito imparato il linguaggio perverso della classificazione delle persone per stereotipi, prova ne è la reazione scomposta avuta quando con un linguaggio arrogante e pretenzioso chiedevi di conoscere la posizione sulla "biomasse" assunta da "Fuori dai cori", che nel frattempo aveva assunto un altro nick. Anche in quest'altra occasione è stato egli stesso a farsi riconoscere, non attraverso l'indirizzo di posta elettronica, ma direttamente, svelando il suo vero nome,che suscitò in te una reazione trasecolante.
    Dalle tue reazioni, purtoppo, ho notato tanta disattenzione per non aver letto il pensiero più volte manofestato sulla biomasse da parte di "Fuori dai cori", il che dimostra che hai appreso rapidamente il linguaggio "etnocentrico" della politica mafaldese, imparando a tacere sulla dissennatezza di certi interventi compiacenti sul blog, e a gridare allo scandalo quando qualcuno mette in discussione il pensiero dominante, emerso poi dalla democrazia delle elezioni. Questo modo di intendere la politica non può che creare personaggi scorretti, come quelli che scrivono sul blog, protesi esclusivamente a fare mostra di un esercizio mentale fatto di epiteti, dileggi, sberleffi,il tutto sotto l'indifferenza e la protezione del gruppo:in fondo è quanto chiede la politica dell'appartenenza, quella che parla in nome della democrazia e della libera formazione e circolazione delle idee.
    Dispiace leggere sul blog interventi senza contenuti, ma puntualmente ricchi di disprezzo per gli altri, alla ricerca, forse, di un piacere sadico, o forse ancora a gestire un rapporto su base "ascritta", come se la società fosse cristallizzata, con ruoli e poteri definiti ed immutabili,e con verità che si possiedono perchè "unti" dal Signore.......di turno.
    Cambiamo il modo di fare politica se vogliamo che la dignità rimanga un dono di tutti, ma per farlo, fuori gli schematismi mentali e dentro la sana dialettica fatta di confronto sulle idee senza mai cadere di stile, anche nell'asprezza del dibattito.
    So che è difficile,perchè sono troppi i condizionamenti,ma almeno proviamoci!

    RispondiElimina
  31. all'anonimo delle 17,16, io mica ho attaccato l'anonimato, i contenuti di quello che dice si. Il bello del blog in anonimato è anche questo, dove si possono esprimere dei concetti, che in altri posti non si può fare, altrimenti rischi di inimicarti gli amici o conoscenti di sempre. Ma noto, che essendo favorevole alle biomasse,
    quando dico la mia su certe questioni dove non sanno darmi risposte (perchè ho ragione) o si offende, o si risponde con la solita telenovela è inquinante......bugie su bugie, ed io gli rispondo per le rime. Ma non ho mai risposto con le PAROLACCE come te comunque.

    RispondiElimina
  32. GLI ESTREMISTI DI SINISTRA DEVONO ANDARE A SPALARE LA CACCA SONO STATI MESSI ALL'ANGOLO. GRANDE BERLUSCA

    RispondiElimina
  33. IL BERLUSCA DEVE RINGRAZIARE VELTONIX PER AVER MESSO AL BANDO GLI ESTREMISTI DI SINISTRA. ORA NON PUO PIU DIRE "COMUNISTI-COMUNISTI-COMUNISTI".
    MICA PUO CHIAMARE COSI QUELLI DEL PD....

    RispondiElimina
  34. caro amico ti invito a prendere...una birra? un cafe? la camomila? cosa ti piace, perche devi imparare tantissimo sulle centrale a biomassa, io ti posso spiegare ma, faccia a faccia...
    non è una solita novela, sei soltanto tu che non capisci, CONTINUAMO A GIOCARE AL NASCONDINO?
    non ho mai risposto con le PAROLACCE, mi dispiace, hai svagliato persona, devi leggere bene, e rispondere quello che ho domandato, IO HO RISPOSTO TUTTO E A TUTTI SEMPRE E SEMPRE HO MESSO LA FACCIA..
    NON è CHE SEI L'ANONIMO 17?

    RispondiElimina
  35. Professore, professore! Si è visto nominare due volte e si è subito lasciato prendere dall'impeto buttando giù una risposta a caso, mettendoci dentro un po' di quel rancore che pare nutrire nei miei confronti da qualche mese a questa parte; ma se avesse letto attentamente le mie parole, avrebbe fatto di certo una cosa migliore!
    Le riporto le mie recenti parole: io ed un altro Giovane Mafaldese siamo stati i primi ad ammettere di aver sbagliato, come gruppo, a smascherare "fuori dai cori". Un'ammissione di colpa, la mia, fatta anche a suo tempo. Ma evidentemente la sua memoria inizia ad essere scarsa, oppure le fa tornare in mente una cosa per un'altra, tipo la mia presunta curiosità infantile (di infantile - mi permetta - qua c'è altro...). Se avrà la pazienza di andarsi a rileggere i vecchi commenti scoprirà che dell'identità di "fuori dai cori" non mi è mai interessato, mentre ritroverà, per esempio, il mio scetticismo riguardo alla sua idea di società retta da comitati di laureati, che echeggiava idee platoniche di governo dei guardiani.
    Riguardo ai commenti sul blog, sarà d'accordo con me quando le dico che non posso rispondere ad ogni singolo anonimo, sia che costui osanni il Progetto Mafalda, sia che faccia l'ultrà dell'attuale amministrazione. Ma le rinfresco la memoria dicendole che ho più volte richiamato tutti a rispettare l'argomento principale del dibattito: centrale si o centrale no, con annesse motivazioni. Quindi, quando lei si mette a parlare della sua associazione (tralasciando le sue parole denigratorie verso l'associazione di cui io faccio parte), mi viene spontaneo e mi pare lecito e logico chiederle la posizione che, come associazione, assumete sulla vicenda biomasse: se vuole prendersela per una domanda faccia pure, ma mi pare esagerato!
    Per cambiare il modo di far politica dovremmo cambiare le persone: ci pensi...

    RispondiElimina
  36. non sono l'anonimo 17, non ho la sua peoprietà di scrittura, comunque io sono come lui favorevole alle centrali a biomasse. Ti ringrazio per l'invito a bere( tranne la capomilla), non ne ho bisogno in questo momento, sono talmente tranquillo... comunque non so cosa si puo dire di più a faccia a faccia di quello che ci possiamo dire nel blog. Devi provarmi a convincere con i contenuti, non con la tenelovela inquinamento. Dalle mie informazioni che ho preso, dai siti, dalle associazioni ambientaliste, dalle istituzioni, mi sembra una fonte rinnovabile ottimo per la nostra realtà. Creare delle aspettative di lavoro ed imprenditoriali che a Mafalda stanno SCOMPARENDO. I giovani che finiscono gli studi e si vogliono creare un futuro a Mafalda, cosa devono fare ? per me era ed è un opportunità, e rimago dell'avviso che è stato tutto strumentalizzato per il potere politico. Ma l problemi sociali della nostra comunità stanno venendo fuori pian piano che passa il tempo e non vedo per il futuro un piano di sviluppo credibile, non se ne parla nemmeno. Allora un giovane di Mafalda, quale aspettative avrà nello stato delle cose attuali che dite voi per rimanere a Mafalda ?

    RispondiElimina
  37. Anchio ho presso informazioni sul internet, e non credo que il web è stato tutto strumentalizzato per il potere politico, e 'i contenuti' come dici tu informano che sono parecchie le sostanze nocive per la salute e l'ambiente, che metterà nel'aria questo impianto, ma guarda un po, da questo fatto non ne vuole parlare nessuno, NEMENO TU, CHE SEI MOLTO INFORMATO, spero che hai svagliato ricerca, non credo che lo hai fato a posto, strumentalizzato, stai dicendo che la centrale a biomassa ridà l'oxigeno pulito all'ambiente? scusami ma io ho letto un'altra cosa sul'internet, dimmi dove posso trovare questo miracolo e io appogio il progetto, te lo giuro. Questa centrale, e il resto che ci sono in tutta Europa e il suo utilizo si sta abbandonando, anche menori di 1 MW, mettono nel'ambiente una certa quantità di inquinanti, non è una telenovela del inquinamento, io posso rispettare il tuo pensiero, devi cercare tu di convincermi e convincere agli altri, perche sostenere questo impianto? e non mi riferisco elle fonte di lavoro.
    E tutti lo sanno che non sono il solito frustato della vita, e ti assicuro che nessuno mi può deleggitimmare.

    RispondiElimina
  38. già te lo scritto in precedenza, il sito del WWF per esempio, ambientalisti di un certo spessore, che non guardano in faccia a nessuno, sono favorevoli alle biomasse e fanno battaglie anche in questi giorni col governo per farli costruire . Poi mica ho detto che le centrali ridanno aria pulita. L'impatto ambientele, è minimo con le tecnologie attuali. Parliamo sempre di materie agricole. E' peggio secondo me tutto ciò che bruciamo nei camini e nelle campagne che quello che esce dalla ciminiera di una centrale, perchè c'è l'impianto di abbattimento fumi. Comunque ad oggi sono le uniche risorse (tutte le rinnovabili) a disposizione dell'umanità per evitarfe il proliferare delle centrali a petrolio, a gas che sono notevolmente più impattanti e pericolose. Dimmi invece la tua dove hai letto che sono altamente inquinanti, che sono dei mostri etc.. etc... (non siti da bar ti prego)se non sei un frustrato della vita sono contento per te, io sono uno che voglio progredire e voglio che il paese deve progredire, mi dispiace vedere che noi siamo immobili ed altre comunità si sviluppano,e comunque respiriamo la stessa aria. Un esempio, a me non piace la centrale nucleare, ho paura, ed in Italia non ci sono. L'italia paga il costo dell'energia il doppio di quella francese. L'impianto più vicino in Italia è in slovenia. Se scoppia, le radiazioni li becchiamo tutte. Allora bisognerebbe chiuderle tutte in tutto il mondo. Siccome è impossibile chiuderle, tanto vale che li facciamo anche in Italia tanto il rischio è lo stesso se non le facciamo.

    RispondiElimina
  39. sole e vento, dal resto non abbiamo bisogno, riciclammo tutto e gli iorganici tornano al suolo, e tutti felici e contenti TRANNE i nostri amici bruciatori

    RispondiElimina
  40. www.insiempermafalda.it dov'è finito???
    s'incomincia ad occultare???

    RispondiElimina
  41. Ad ogni domanda una risposta13 giugno 2010 13:15

    Il candidato Egidio Riccioni aveva fatto voto di trasparenza. Prima delle elezioni comunali di un anno fa aveva aperto il sito www.insiemepermafalda.it pagando la quota dovuta (€ 20,66 + iva / anno) al Internet Service Provider Aruba, Servizi web hosting, Registrazione domini e spazio web.
    Il sindaco Egidio Riccioni, l'affare messo nel sacco, non ha più ritenuto utile rinnovare il pagamento della quota di € 20,66 + iva / anno.

    Dunque niente oscuramento, solo noncuranza della democrazia. E' la politica italiana made in Mafalda. Le promesse e gli elettori si vanno a farsi benedire.

    Domain: insiemepermafalda.it
    Status: REDEMPTION-NO-PROVIDER
    Created: 2009-05-28 10:07:10
    Last Update: 2010-06-08 00:02:30
    Expire Date: 2010-05-28

    Registrant
    Name: Egidio Riccioni
    Organization: Egidio Riccioni
    ContactID: ER6137-ITNIC

    Admin Contact
    Name: Egidio Riccioni
    Organization: Egidio Riccioni
    ContactID: ER6137-ITNIC

    Technical Contacts
    Name: Egidio Riccioni
    Organization: Egidio Riccioni
    ContactID: ER6138-ITNIC

    Registrar
    Organization: Aruba s.p.a.
    Name: ARUBA-MNT

    RispondiElimina
  42. INSIEME PER ME13 giugno 2010 13:28

    per chi volesse esprimere una sua opinione, resta il gruppo facebook INSIEME PER MAFALDA
    http://www.facebook.com/group.php?gid=83254918229
    GRAZIE A TUTTI!!!
    ADESSO GRANDE FESTA IL 4 LUGLIO 2009.....NON MANCATE!!!!

    RispondiElimina
  43. insieme per mafalda è il gruppo dell'attuale amministrazione, quindi se vuoi avere notizie chiare e trasparenza puoi recarti alle riunioni di sezione o ai consigli comunali, perchè i contenuti sono quelli. Se sei tanto interessato ad insieme per mafalda, ti faccio presente che da qui a qualche mese comincerà il tesseramento. VUOI TESSERARTI?

    RispondiElimina
  44. La fuga in avanti14 giugno 2010 15:07

    La fuga in avanti, invece di rispondere si preferisce eludere

    punto primo: rispettare la parola data. in questo caso la parola serve solo a prendere in giro l'interlocutore. prima delle elezioni ci si presenta puri come agnelli. una volta intascato il voto, vi potete pure andare a farvi benedire. pecoroni. egregio anonimo, dimmi tu dove posso rileggere il programma elettorale di insieme per mafalda adesso che il sindaco egidio riccioni risparmiando 22,66 euro + iva ha occultato il sito www.insiemepermafalda.it

    verba volant, littera scripta manet

    è questo il punto che vi da fastidio. che l'elettore si mettesse a ragionare con la propria testa.
    quello che mi sorprende è che altri diano corda a raccioni per imbavagliare ogni manifestazione di democrazia, penso al suo vice. che peraltro sembrava persona onesta e responsabile. ma ovviamente l'interesse ad agire dietro le quinte è condiviso.
    purtroppo abbiamo persone che ritengono che la democrazia sia solo i due giorni del voto, per il resto fanno loro a modo loro. in questo non si distinguono da chi li ha preceduti. malgrado le belle promesse che hanno fatte ma che adesso si sono dimenticate e che vogliono fare dimenticare a tutti per non essere rimproverati di non mantenerle. egregentissimi vi dimenticate una cosa, sul web niente si perde, tutto si conserva. anche le promesse elettorali non tenute.

    RispondiElimina
  45. Scusa, ma di che promesse parli? Ti avevano promesso che la prima cosa che avrebbero fatto sarebbe stata bloccare la biomassa. La biomassa non si fa, quindi mo k vi truenn? Ti ricordo che la luna era stata promessa da quegli altri.

    RispondiElimina
  46. Che il sito di insieme per mafalda non sia più attivo sinceramente interessa poco o nulla, interessa, e molto, invece, che il sito del comune venga aggiornato e magari possa offrire qualche servizio utile agli utenti. Questa era stata una promessa e pertanto ora va mantenuta.

    RispondiElimina
  47. verba volant, littera scripta MANENT, NN MANET. leggi bene su internet la prox volta

    RispondiElimina
  48. il programma di insieme per mafalda è stato consegnato ad ogni famiglia e in tutte le case dei mafaldesi in campagna elettorale. Qdi, se non ce l'hai vuol dire che o devi rovistare e cercare bene nella tua casa oppure andare a vedere nella biomassa dove sono stati gettati gli altri programmi di quelli che hanno votato intesa democratica, CM TE.
    Ciao ciao

    RispondiElimina
  49. se il programma è solo quello di non far fare la centrale povera Mafalda.

    RispondiElimina
  50. -- consultazione popolare entro i primi 30 giorni --

    Diciamo No alla Centrale a Biomasse perché occorreva un diverso atteggiamento da parte dell'amministrazione uscente e cioè maggiore trasparenza ed informazione, ascoltare gli esperti e la volontà di noi Cittadini, prima ancora di impegnarsi con una firma che condanna Mafalda ed i Mafaldesi.

    Diciamo Sì alle energie veramente rinnovabili, come il fotovoltaico e l'eolico. Questi impianti dovranno essere realizzati (in modo preventivo) dopo essere stati concordati con la popolazione, per far sì che non pregiudichino il nostro territorio.

    Per tutto questo indiremo una consultazione popolare entro i primi 30 giorni

    QUESTA E’ LA NOSTRA TERRA,
    SE LA AMI,
    DIFENDILA!!!

    RispondiElimina
  51. -- dialogo e confronto civile con tutti nell'arco dell'intero mandato amministrativo --

    TRASPARENZA

    • RENDERE PUBBLICO E TRASPARENTE L'OPERATO E LE DECISIONI DELL'AMMINISTRAZIONE TRAMITE LA PAGINA WEB DEL COMUNE

    • COINVOLGIMENTO POPOLARE

    II nostro impegno e le nostre idee tendono alla realizzazione di una comunità in cui i valori umani sono alla base dell'agire della amministrazione pubblica, che nella trasparenza e nella partecipazione, ha comportamento e regola.

    Il nostro percorso Amministrativo sarà condiviso con tutta la cittadinanza, raccogliendo periodicamente suggerimenti e idee dalla collettività e con essa decidere le scelte più giuste e prioritarie per il bene di Mafalda e dei Mafaldesi.

    Coltiveremo il dialogo e confronto civile con tutti nell'arco dell'intero mandato amministrativo, sia come presenza in sede, sia potenziando ed aggiornando settimanalmente anche tramite "INTERNET" il sito del Comune, dove si potranno consultare gli atti prodotti e le iniziative che l'Amministrazione intende promuovere.

    RispondiElimina
  52. TURISMO - SALUTE - BENESSERE

    Sostegno ad iniziative di privati imprenditori che assicurino al nostro territorio sviluppo economico, turistico e curatico:

    • Realizzazione di un polo scientifico-curativo specializzato in distica, uno dei primi in Europa, attraverso il quale il Comune di Mafalda acquisirà notorietà sia a livello nazionale che internazionale;

    • Realizzazione di case-albergo;

    • Allestimento di un centro residenziale per accogliere gli ospiti del centro olistico.

    ZONA INDUSTRIALE

    La biomassa non porta né occupazione né sviluppo. Noi vogliamo favorire insediamenti della piccola e media impresa dando in affitto i capannoni già esistenti e costruendone altri da poter locare agli artigiani ed agli imprenditori che favoriscono l'occupazione dei Mafaldesi.

    RispondiElimina
  53. CULTURA, SCUOLA E FAMIGLIA

    • Ripristino giornalino informativo per i Mafaldesi;

    • Ludoteca;

    • Biblioteca, centri d'istruzione con orari pomeridiani;

    • Postazioni internet ad alta velocità;

    • Ammodernamento dei sistemi d'informazione tramite linee wireless;

    • Campi e colonie estive per ragazzi;

    • Interscambio ed ospitalità di bambini e ragazzi provenienti da paesi interessati da guerre e povertà;

    • Incentivi per le terme agli anziani;

    • Politica giovanile e tempo libero;

    • Promozione di sport;

    • Borsa di studio per universitari;

    • Educare alla raccolta differenziata;

    • Interscambio e studio delle lingue straniere;

    • Servizio mensa.

    RispondiElimina
  54. FA PIU' MALE SO FUMO CHE QUELLO DI UNA CENTRALE

    RispondiElimina
  55. Questa è la vostra classica strategia: per giorni e giorni insistete sulla biomassa, che fa bene, porta soldi lavoro sviluppo ecc; poi vi stancate delle vostre stesse cazzate e iniziate a tirare fuori il programma elettorale di insieme per mafalda. Quando sarete stanchi anche di questo ricomincerete con la biomassa un' altra volta? Ma perché non vi godete la vita e ve ne state tranquilli? C'è stata forse un'amministrazione, ma anche un governo, che ha mantenuto tutte le promesse fatte? No! Allora di cosa vi scandalizzate?!

    RispondiElimina
  56. A quanto ammonta i tagli della finanziaria del governo al Comune di Mafalda?

    RispondiElimina
  57. allora ce l'hai il programma di insieme per mafalda, vero????? già, è vero che nn l'hai potuto bruciare nella biomasse, PERCHE NN SI E' FATTA E NN SI FARA'!!!!! AHAHAHAHAHHHA

    RispondiElimina
  58. il programma di intesa democratica era SOLO ED ESCLUSIVAMENTE LA CENTRALE A BIOMASSE! VERGOGNATEVI! VERGOGNA! VOLEVATE PRENDERE IN GIRO, CREDEVATE DI PRENDERE IN GIR NOI CITTADINI!
    COME ME, ALTRE 119 PERSONE HANNO VOTATO INSIEME PER MAFALDA PERCHE' NN VOLEVA LA BIOMASSA E ANCHE PER IL RESTO DEL PROGRAMMA.
    E QUESTO VI CUOCE, VI BRUCIA ANCORA!
    MA ANDATEVENE VA'!

    RispondiElimina
  59. Egregio delle 08.31
    non confondiamo i cavoli con i fiori.

    Se non ti chiami Egidio Riccioni certe cose riuscirai forse a capirle.

    Che in campagna elettorale si facciano promesse, è umano. Ma nessuno ti punta la pistola alla testa per scrivere o promettere cose che non ti sono venute in mente da te stesso. Si può anche fare la lista dei sogni. Ma se uno pretende di fare il politico e rappresentare l'intera comunità, un certo senso del reale lo dovrebbe avere. Oppure no?

    La scusa - C'è stata forse un'amministrazione, ma anche un governo, che ha mantenuto tutte le promesse fatte? No! Allora di cosa vi scandalizzate?! - non regge. Non è perché il tuo vicino è un ladro che tu per forza devi essere un ladro. Oppure no?

    Che la lista Insieme per Mafalda abbia scritto una marea di promesse pur sapendo (spero che non siano così ingenui d'averci creduto pure loro) di non poterle tenere, come dicevo, è umano. Mettiamolo sul conto dell'entusiasmo. Che a dire il vero somiglia più ad una lista della spesa che ad un ragionamento coerente. Ma dopo essere stati eletti, e non unicamente per i loro meriti ma sopratutto per quei 130 voti contro la centrale, e il tempo passando dovrebbero pubblicare un aggiornamento delle loro promesse. Dando un quadro più realista e responsabile della loro capacita di gestire i bene comune.

    A questo scopo il sito insiemepermafalda.it che Egidio Riccioni ha chiuso per non versamento di € 20,66 + iva sarebbe stato un ottimo spazio per dimostrare la maturità politica del movimento. Distinguendo tra gruppo politico e amministrazione comunale. La base di una riflessione cittadina per contribuire alla governanza comunale.

    Ma purtroppo voi di destra vi compiacete a confondere il partito con la persona del capo. (Nel caso di Mafalda devo darti credito che la sinistra ha bevuto lo stesso latte alla stessa mammella, e che se pretende essere di un altro colore, non è per questo che usa di mezzi diversi. Che si chiami Riccioni o Valentini, Pdl o Pd, in verità non cambia un bel niente.)

    RispondiElimina
  60. Avete sentito che Obama ha detto che gli USA devono sfruttare il disastro del golfo del Messico per puntare decisamente sulle energie rinnovabili? Avanti favorevoli alla centrale di Mafalda, rialzate la testa. E voi di MenteLocale, fate una bella intervista ad Obama in cui lui esprimerà il suo favore per il Progetto Mafalda!
    Ahahahah, quante risate mi farò...

    RispondiElimina
  61. ridi ridi che mamma ti ha fatto gli gnocchi

    RispondiElimina
  62. Sono stato a lungo a pensare se risponderti o meno, non per mancanza di rispetto, e nemmeno per rancore come dici tu, ma perché tu stai perdendo l’abitudine di non assumerti le responsabilità quando ti viene fatta una critica: giri spostando il discorso su questioni che non “c’azzeccano” con quanto da me scritto, come si evince in entrambi i tuoi ultimi interventi.
    Per intenderci, nel “copia ed incolla”, non ti sei nemmeno preoccupato di leggere quanto da me messo in rilievo,ma con una battuta evasiva hai fatto esattamente quello che fa chi , non sapendo che “pesci pigliare”, sceglie di “menare il can per l’aia”, al solo scopo di perdere tempo per non assumersi le dovute responsabilità o per non avere argomentazioni da contrapporre .
    Visto che ti sei scoperto paladino della verità quando con teatralità hai messo alla berlina il Sindaco precedente con rivelazioni scioccanti, degne di un investigatore di grande professionalità, pensavo che tu continuassi su quella scia, mettendo in evidenza anche le bugie altrui, che credo siano copiose, non solamente nel blog ma anche in altri ambiti; ma tu, purtroppo, da idealista quale volevi apparire, quello platonico per intenderci, subito hai scoperto che per sopravvivere era meglio la filosofia del pragmatismo che, come si sa, è basato esclusivamente sulla ricerca dell’utilità personale, ed è fortemente impregnato di opportunismo.
    A proposito di Platone, filosofo da te citato in riferimento ad una mia proposta sul modo di intendere la politica mafaldese, devo dirti che , come al solito, sei stato volutamente di parte , e non mi meraviglio perché chi firma l’intervento, e qui faccio un altro appunto, sa che chi legge il pensiero di una persona esposta , nutre delle aspettative, quelle del gruppo di appartenenza, trovandosi, non dico obbligato, ma fortemente motivato a sintonizzarsi empaticamente sui sentimenti (pathos) della parte di appartenenza, mettendo , di conseguenza, la faccia altrui e non la propria. Tornando a Platone, e scusami se scrivo le cose così come mi vengono, il tuo abbaglio è doppio, non solamente perché il filosofo era un idealista, sempre pronto a guardare l’interesse generale, anche con l’utopia di allora (il quale era palesemente favorevole alla dialettica ma osteggiava i mercanti e parolai di allora rappresentati dai sofisti), ma anche perché non hai capito il senso della mia proposta, che era ben articolata e tesa a conciliare il principio di partecipazione con quello di competenza. Anche in quella occasione hai dimostrato, spero solamente per benevolenza di gruppo, a confondere l’egualitarismo dall’uguaglianza, facendo tuo un principio che, in nome di un conformismo di bassa lega, nasconde solamente ipocrisia. E a proposito di principi mal digeriti, sempre in tema di contraddizioni, questa volta in maniera ancora più stridente, i giovani responsabili del blog avevano imposto di dibattere sul mezzo di comunicazione solamente sulla”Biomasse”, in nome, come più volte ricordato, dell’apoliticità. Continua....

    RispondiElimina
  63. A parte il fatto che la politica comprende tutto quanto interessa la collettività, e la” Biomasse” aveva la peculiarità di essere inquadrata come tale, anzi, era l’unico argomento di politica su cui dibattere sul blog, tant’è che poi le elezioni sono state considerate un referendum su chi era favorevole e chi contrario al progetto . La mistificazione interessata ha approfittato della leggerezza, se non dell’ignoranza altrui( e qui nemmeno chi studia Scienze Politiche è intervenuto per spiegare la differenza tra apartiticità e apoliticità) per imporre una propaganda politica a senso unico, con Belfagor che aveva il compito del condottiero d’assalto e con le truppe sempre pronte a seguirlo, salvo poi scoprire che l’apoliticità sbandierata era rimessa in discussione non da Belfagor, funzionale al disegno politico, ma da un altro , un tale “Fuori Dai Cori” che aveva osato inserirsi nella dialettica del blog per dire la sua in ordine al modo di intendere la politica mafaldese. Apriti cielo!!! Lo scandalo è gridato sin dall’inizio e conosce il culmine con la minaccia di chiudere il blog , più volte paventato e sfociato poi in un ultimatum forte e deciso fatto apparire con un titolo a tutta pagina
    Queste sono le verità, e dispiace che giovani come te si siano comportati in maniera a dir poco subdola, ma non c’è tanto da meravigliarsi perché queste ed altre sono le manifestazioni di una strumentalizzazione che non ha conosciuto limiti. Vi è di più: la libera dialettica, osteggiata con un disegno preventivo, ha conosciuto momenti di vero e proprio degrado quando al danno è arrivata anche la beffa, e l’ironia mista a soddisfazione incontenibile hanno trovano allocazione negli animi con la scoperta, udite, udite, della identità del malfattore!! La soddisfazione è stata talmente alta da non lasciare a nessuno, almeno inizialmente, il dubbio di un atto di scorrettezza, anche perché c’erano già state minacce di chiusura del blog, come ricordato sopra.
    I giovani procedono compatti e soddisfatti fino a quando non si manifesta una crepa al loro interno, grazie alla presa di coscienza di Matassa che richiama i giovani al rispetto. Successivamente, caro Mastrangelo, arrivano i distinguo, le prese di posizione tardive, e solamente da parte di qualcuno, te compreso.
    Altro appunto: chiedere a me cosa ne pensa la nostra associazione sulla “biomasse” è davvero singolare, come se l’ associazione fosse un corpo amorfo, o avessi il potere di coercizione sugli associati e fossi allo stesso tempo la incarnazione del pensiero unico: risparmiati di arrampicarti sugli specchi ed impara il linguaggio dell’umiltà!!! Continua...

    RispondiElimina
  64. Altro appunto: non ho mai criticato la vostra associazione, perché ho sempre avuto un gran rispetto per le autonomie altrui, e nemmeno ho fatto rilievi, pur in presenza di occasioni favorevoli, limitandomi a mettere in evidenza il comportamento del tuo Presidente che ha cantato a squarciagola le lodi per il Sindaco attuale, ma lo ha fatto con una tale enfasi da far pensare alla falsa imparzialità della sua associazione, imparzialità, bada bene, che egli aveva già calpestato con mirate e gridate discriminazioni ideologiche ai danni di persone fisiche.
    Ultimo appunto: Il colmo lo hai raggiunto quando hai manifestato disappunto per aver osato pubblicare sul vostro blog una ricerca sulla cultura molisana, reo di aver infranto non solo il vostro dibattito monotematico(fatto solamente di “cazzeggiamenti” continui e variegati da parte di acculturati del blog), ma per aver utilizzato, sgranate gli occhi, ll blog per farci pubblicità!!! Ecco il vero rancore che si fa vendetta bambocciona!!!
    Vedi, queste cose sono state scritte da me, ma tu non le hai lette bene, e, sebbene non ti manca la memoria, ti manca l’imparzialità o la capacità di assemblare le informazioni per cogliere dall’insieme la sintesi del pensiero.
    A questo punto la memoria non mi suggerisce più niente, anche se sono consapevole di non essere stato esaustivo, ma conto sulla tua memoria per riprendere il filo del discorso, sperando di poterlo chiudere in fretta e definitivamente.

    RispondiElimina
  65. Altro appunto: non ho mai criticato la vostra associazione, perché ho sempre avuto un gran rispetto per le autonomie altrui, e nemmeno ho fatto rilievi, pur in presenza di occasioni favorevoli, limitandomi a mettere in evidenza il comportamento del tuo Presidente che ha cantato a squarciagola le lodi per il Sindaco attuale, ma lo ha fatto con una tale enfasi da far pensare alla falsa imparzialità della sua associazione, imparzialità, bada bene, che egli aveva già calpestato con mirate e gridate discriminazioni ideologiche ai danni di persone fisiche.
    Ultimo appunto: Il colmo lo hai raggiunto quando hai manifestato disappunto per aver osato pubblicare sul vostro blog una ricerca sulla cultura molisana, reo di aver infranto non solo il vostro dibattito monotematico(fatto solamente di “cazzeggiamenti” continui e variegati da parte di acculturati del blog), ma per aver utilizzato, sgranate gli occhi, ll blog per farci pubblicità!!! Ecco il vero rancore che si fa vendetta bambocciona!!!
    Vedi, queste cose sono state scritte da me, ma tu non le hai lette bene, e, sebbene non ti manca la memoria, ti manca l’imparzialità o la capacità di assemblare le informazioni per cogliere dall’insieme la sintesi del pensiero.
    A questo punto la memoria non mi suggerisce più niente, anche se sono consapevole di non essere stato esaustivo, ma conto sulla tua memoria per riprendere il filo del discorso, sperando di poterlo chiudere in fretta e definitivamente.

    RispondiElimina
  66. Con molta umiltà le dico, professore, che oggi ho poco tempo per risponderle, ma domani lo farò senz'altro...
    Dubito che saremo d'accordo, ma anche io conto di chiudere qua la questione.

    RispondiElimina
  67. MA ANCORA C'E' QUALCUNO CHE CREDE VERAMENTE CHE LE ELEZIONI SI SONO PERSE PER LA CENTRALE? POVERI ILLUSI, BASTA CHE SI GUARDANO LE PREFERENZE DEI SINGOLI CANDIDATI.

    RispondiElimina
  68. Professore, non penso ti convenga continuare con i paragoni con Belfagor. Era molto diverso da te, più bellicoso, ma meno polemico, non gli è mai passato per la mente di dire che in lista ci dovevano stare solo i laureati. Anzi lui stilò un vademecum per formare le liste che, stando a quanto visto, pare sia stato rispettato.
    Era vanitoso, e mica un po', però sapeva attaccare eccome se sapeva attaccare. I GM a un certo punto cominciarono a considerarlo scomodo, ma non poterono dimenticare il debito iniziale che avevano con lui, perchè Belfagor aveva reso famoso il blog in tutta Mafalda. E anche tu, professore, sei arrivato dopo, dopo che il fantasma ha cominciato a far discutere di sè. E hanno discusso di lui tutti, compreso Riccioni che, ricorderete, chiedeva in giro Ma chi è quello?
    Ricordi professore come Belfagor si scrollò due rompi... come Davidde e Matassa? Era di un'altra stoffa quello. Poi Matassa ha usato tutte le argomentazioni del fantasma nel discorso che ha letto il giorno che Valentini è scappato per non rispondere alle domande del pubblico, decidendo seduta stante di non ricandidarsi a sindaco. Fu merito anche di Matassa, che però non si è sognato di ringraziare l'ispiratore del suo pamphlet e cioè Belfagor. Ma il fantasma mai che abbia detto niente per rinfacciarglielo, pur essendo stato criticato per bene da chi, Matassa, era teoricamente (e solo teoricamente) un suo alleato.
    Allora professore lascia stare il fantasma. E' piaciuto a tutti leggere le sue performance, gli abbiamo perdonato off topic e quant'altro perchè è stato il più carismatico tra i commentatori del blog, gli abbiamo perdonato il più imperdonabile dei "peccati", non farsi riconoscere... era altra cosa, non paragonarti a lui.

    RispondiElimina
  69. Da dove inizio, professore?
    Dal mio nome... Io non firmo i miei interventi per aver poi degli applausi da chi mi incontra; io ci metto il nome perché non ho paura e non mi vergogno di esprimere le mie opinioni, non ho bisogno di nascondermi dietro l'anonimato o un nick più o meno riconoscibile, come fanno quelli che vogliono gettare il sasso e ritirare la mano oppure quegli altri che la sparano talmente grossa che poi si vergognano di loro stessi.
    Ci tengo a dire ancora una volta che non appartengo a nessun gruppo (o branco, come altre volte lo si è chiamato), dove per quel gruppo si intenda Insieme per Mafalda. Non confonda la stretta parentela o l'amicizia con l'appartenenza: qualcuno mi ha mai visto, tanto per farle un esempio, entrare o uscire dalla sezione del partito oppure ho mai fatto "campagna elettorale" per loro? No! Alcuni dei valori condivisi da quel gruppo non sono i miei valori, non potrei mai esserne parte.
    Questo si ricollega alla mia esperienza da Giovane Mafaldese. Non ho agito per utilità personale o opportunismo scoprendomi paladino della verità: semplicemente mi sta a cuore il futuro del mio paese e, quando mi sono trovato con altri ragazzi che la pensavano come me, ho deciso di far qualcosa con loro per fermare quell'idea così folle che era la centrale, quella centrale, a biomasse. Che poi sia stato proprio l'intervento in cui ho preso la parola io a far scappare l'ex sindaco è stato un puro caso, in quanto ero stato scelto come portavoce. Per il resto, non ho né il tempo né la voglia per farmi paladino di ogni causa oppure del rispetto dei programmi elettorali.
    Ma respingo al mittente per l'ennesima volta le accuse di strumentalizzazione; e non le ritengo corrette, anche perché io non ho mai parlato, ad esempio, della presunta strumentalizzazione della maggior parte di quelli in divisa fluorescente o di quelli che si riuniscono spesso intorno a un tavolo imbandito...
    Ancora, io non sono il tipo che si vanta di essere laureato e non faccio il "professore" con chi dice cose inesatte (per non chiamarle stupidaggini) su argomenti che conosco certamente meglio della maggior parte dei nostri compaesani.
    Infine, l'associazione, da cui è partito tutto. Secondo me un'associazione che promuove lo sviluppo del paese ha un'idea su come raggiungerlo e si fa delle idee sui progetti altrui; quindi la domanda mi pare più che lecita...anche se capisco che per la vostra associazione sia una domanda scomoda. Credo che quando ci si associa si condividono idee e valori, quindi mi aspettavo una posizione unica da Saperi e Sapori: prendo atto che non è così.
    Spero che il mio intervento non le sembri ancora una volta evasivo. Lascio a lei l'eventuale ultima parola, per me la questione è chiusa.
    Ma molto umilmente mi lasci concludere dicendo che non accetto altre lezioni di morale...

    RispondiElimina
  70. dopo molti mesi di disoccupazione, e con problemi economici grandi, anche per comperare i vestiti ai piccoli, ho trovato finalmente la possibilità di lavoro ad una azienda collegata alle perforazioni del settore petrolifero. Io non ho studiato, ma dai voi gente laureata, mi potete indicare se devo rifiutare il lavoro perchè andrò a lavorare ad un azienda petrolifera'

    RispondiElimina
  71. 1)Dal mio nome... Io non firmo i miei interventi per aver poi degli applausi da chi mi incontra; io ci metto il nome perché non ho paura e non mi vergogno di esprimere le mie opinioni, non ho bisogno di nascondermi dietro l'anonimato o un nick più o meno riconoscibile, come fanno quelli che vogliono gettare il sasso e ritirare la mano oppure quegli altri che la sparano talmente grossa che poi si vergognano di loro stessi.


    Commento:
    Caro Mastrangelo, l'anonimato mette la persona di fronte a sè stessa e lo fa apparire per quello che è, spogliandola del suo ruolo sociale che, come si sa, impone atteggiamenti e comportamenti prevedibili e controllabili ; la faccia che ognuno di noi mette nel suo ruolo è quella costruita, quindi,spesso non veritiera, come messo in evidenza magistralmente da Pirandello attraverso i suoi personaggi.

    Ho parlato di strumentalizzazione, è vero, ma quando l'ho fatto era per sottolineare l'apoliticità a senso unico del blog di cui tu eri uno dei responsabili autorevoli.
    Sei libero di rispondere o meno ai tanti interventi, ma avevi l'obbligo morale di chiarire l'apoliticità del blog,cosa che non hai fatto perchè sapevi che era solamente un espediente per incanalare il dibattito politico verso il referendum pro o contro Valentini.

    2)Infine, l'associazione, da cui è partito tutto. Secondo me un'associazione che promuove lo sviluppo del paese ha un'idea su come raggiungerlo e si fa delle idee sui progetti altrui; quindi la domanda mi pare più che lecita...anche se capisco che per la vostra associazione sia una domanda scomoda. Credo che quando ci si associa si condividono idee e valori, quindi mi aspettavo una posizione unica da Saperi e Sapori: prendo atto che non è così.


    Commento:
    Posizione unica....sa solameente di massificazione, di standardizzazione, di omogeneizzazione.......una sociatà eterodiretta come la definirebbe uno studioso americano della comunicazione.

    RispondiElimina
  72. Cari amici, credo che sia importante parlare ancora della centrale a biomassa, perche c'e ancora gente che crede che non inquina, lasciate il vostro dibatitto fuori dal blog, visto che siete due personagi conosciuti di tutta Mafalda.
    C'e qualcuno che possa confermare che le centrale non emettono substance inquinanti? MI LO FA SAPERE...PERCHE FINO ADESSO NON HO LETTO NIENTE AL RIGUARDO...

    RispondiElimina
  73. Scusate se ci sono errori di concordanza nel mio intervento. Lascio, ed è giusto così,che l'attenzione si sposti su altro.

    RispondiElimina
  74. caro amico anonimo delle 12,56 del 18 giugno, ci sono delle norme e dei limiti ben precisi da rispettare per le aziende per legge. Se alla DAFIN la ASL ha rilasciato il permesso, vuol dire che non era inquinante. Il resto è monnezza mediatica e politica. Anche la sentenza del TAR chiamata a decidere per l'impatto ambientale, non tocca nemmenol'argomento, perchè è un impianto che non inquina e fa parte delle rinnovabili che tutto il mondo dice che sono impianti per diminuire l'inquinamento. Quindi fin quando si vuole bocciare l'istallazione della centrale ai bar, ai circoli, alle associazioni, dentro le stanze segrete del comune, dentro i ristoranti ad abbuffarsi con qualche politico è una cosa, quando le carte vanno agli uffici preposti dove non possono dire cazzate è un'altra. Quindi la ASL ha detto che è un progetto salubre e innovativo, il Tar ha detto che le mure sono troppo alte. Un minimo di inteligenza, e capirai cosa è successo (il tar se dice cazzate non succede niente, alla Asl se spari cazzate vai in galerea).

    RispondiElimina
  75. La domanda dal 1.000.00020 giugno 2010 16:31

    C'e qualcuno che possa confermare che le centrale non emettono substance inquinanti? MI LO FA SAPERE...PERCHE FINO ADESSO NON HO LETTO NIENTE AL RIGUARDO...

    Caro amico delle 9.24 dici:

    '''''Se alla DAFIN la ASL ha rilasciato il permesso, vuol dire che non era inquinante.'''''

    '''''perchè è un impianto che non inquina e fa parte delle rinnovabili che tutto il mondo dice che sono impianti per diminuire l'inquinamento.'''''

    Come potrei rispondere ad affermazioni del genere? La battaglia è persa. Chi non vuole capire, non capirà mai.
    Un minimo di inteligenza, ti chiedo anch'io, e capirai cosa è successo



    TUTTE LE CENTRALE A BIOMASSA INQUINANO, IL RESTO E IGNORANZA PURA. DIMINUIRE INQUINAMENTO NON è IGUALE A 'NON INQUINARE PER NIENTE'

    Gli innumerevoli studi scientifici hanno ormai acclarato gli effetti delle polveri sottili con PM 10 e PM 2,5, PM 1 e PM 0,1 , contenenti metalli pesanti , formaldeide, acroleina, furani e diossine sull’apparato respiratorio e sull’apparato cardiocircolatorio tanto da aumentare la mortalità nei residenti in prossimità degli impianti emittenti.

    La comunità scientifica potrebbe anche mettersi d'accordo se le biomasse sono o no rinnovabili ma ciò non eliminerebbe il fatto ovvio che causano inquinamento..

    FINITO L'ARGOMENTO, NON SI PUò PULIRE L'ARIA con una centrale a biomassa, CHE GIà è INQUINATO!!!

    C'e qualcuno che possa confermare che le centrale non emettono substance inquinanti? MI LO FA SAPERE...PERCHE FINO ADESSO NON HO LETTO NIENTE AL RIGUARDO...

    RispondiElimina
  76. Il 1° Maggio 2008 con Dpcm (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri) , a governo scaduto, è stato allargato, in nome della tutela della sicurezza nazionale, il campo d’applicazione del segreto di Stato ad una lunga serie di infrastutture critiche tra le quali “gli impianti civili per produzione di energia”, depositi di scorie nucleari, centrali nucleari, rigassificatori, inceneritori/termovalorizzatori.

    'IL SEGRETO'

    RispondiElimina
  77. ciao segreto, spiegati meglio per noi comuni mortali! grazie

    RispondiElimina
  78. Il Sindaco di New York, per dare il proprio contributo a Kyoto, ha deciso di ospitare all’interno del territorio della municipalità, impianti a biomasse capaci di produrre entro il 2015 il 30% del fabbisogno complessivo di energia elettrica della città.
    Ma quello è un altro mondo……”

    RispondiElimina
  79. Chi non vuole capire, non capirà mai.

    RispondiElimina
  80. La capacità degli attuali sistemi di combustione di lavorare a temperature elevate incrementa la quota di particelle di dimensioni fini ed ultrafini che non possono essere completamente trattenute dai sistemi di abbattimento dei fumi, dal momento che anche i più efficienti filtri secondo le BAT (Best Available Technology) sono al più in grado di trattenere particelle al di sopra di 0.8 micron.

    RispondiElimina
  81. La soluzione finale20 giugno 2010 21:27

    http://www.nonbruciamocilfuturo.org/uploads/3/0/9/6/3096129/adesione20a20distanza.pdf
    aderisce!!!

    RispondiElimina
  82. SIETE FUORI DI TESTA, STIAMO PARLANDO DELL'UVA E VOI MI PAARLATE DI DIOSSINA, METALLI PESANTI,FORMALDEIDE,ACROELINA, TERMOVALOZZATORI- E COME DIRE CHE A TAVOLA INVECE DEL VINO SI BEVE PETROLIO. MA CHI VOLETE CONFONDERE DI IGNORANTI NE SONO RIMASTI POCHI IN GIRO.

    RispondiElimina
  83. "Un giornalismo onesto e indipendente è la forza più possente che la civiltà moderna abbia sviluppato"

    RispondiElimina
  84. Pensate, pensate... intanto la giovane "sinistra" fa politica.

    RispondiElimina
  85. E quello sarebbe il loro modo di far politica? Augurando terremoti? Facendo teatro? Mentendo sapendo di mentire? Dimenticando che se molti di loro lavorano è grazie al loro capo? Complimenti per l'ipocrisia...

    RispondiElimina
  86. La politica è fatta anche di chiacchiere e la sinistra, piaccia o no, la sta facendo.

    RispondiElimina
  87. La politica è fatta anche di fatti concreti e "la sinistra" fa solo chiacchiere...

    RispondiElimina
  88. sante parole caro pescarese! sentire quel "teatro" è sato tanto squallido quanto divertente.

    RispondiElimina